Cristiani, agnelli in mezzo ai lupi …

Come iniziare meglio l’anno nuovo, se non con un nuovo macello di cristiani? Gli agnelli sacrificali sono sempre gli stessi, sono a portata di mano dei carnefici e nessuno li difende.

I ventuno morti per un’autobomba piazzata all’ingresso di una chiesa ad Alessandria d’Egitto, vanno a sommarsi alla cinquantina di vittime fatte in un’altra chiesa, a Bagdad, il 31 ottobre, a cui è seguito poco dopo il supplizio di altri sei cristiani (con 33 feriti).

Tragedie che vanno a sommarsi alla terribile condizione dei cristiani in Pakistan, alle ragazzine cristiane che lì sono ritenute schiave a disposizione di ricchi signori islamici, per non dire del caso di Arshed Masih che è stato bruciato vivo per la sua fede cristiana, mentre la moglie – andata a denunciare l’orrore dalla polizia – è stata violentata davanti agli occhi dei figli (sono cronache dell’anno appena trascorso).

Ma non importa niente a nessuno dei cristiani. Come ha scritto Bernard Henri Lévy un mese fa sul Corriere della sera: “oggi i cristiani formano, su scala planetaria, la comunità più costantemente, violentemente e impunemente perseguitata”.


Continua QUI.

4 commenti

  1. ago86 ha detto:

    Dal sito fdf, su segnalazione di Claudio: “il regime israeliano, sotto pressione da molti lati, reagisce al pericolo nel solito modo, con vari atti di violenza, persecuzione e lobbying. Una mano negli attentati dinamitardi delle ultime ore in Egitto e Iraq può essere al momento solo sospettata”.

    1. lightswarrior ha detto:

      Ecco, appunto ._.

  2. lightswarrior ha detto:

    Infatti attendo lo spassoso articolo di Blondet a tal proposito: oramai bisogna leggere con curiosità in che modo riesce, tra arditi salti mortali logici, a far quadrare le cose .asd.

  3. ago86 ha detto:

    No, tranquillo, è tutta colpa dei sionisti e dei loro complotti per la conquista del mondo. 😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...